EDUCATI ALLA SICUREZZA IN UN MONDO TECNOLOGICO.

Oggi viviamo in un mondo altamente tecnologico caratterizzato dalla presenza di computer, tablet, cellulari, televisori, videogiochi ecc… in tutti gli ambienti. Questa situazione determina vantaggi e svantaggi: si velocizza la scrittura e la comunicazione, anche con persone lontane, arricchisce le conoscenze di apprendimento attraverso mezzi che facilitano le ricerche, ci si può mettere in contatto con ciò che succede nel mondo attraverso il web, in tempo reale. Inoltre consente, ad alcune persone in difficoltà, di scrivere correttamente, senza affaticarsi troppo. Abbiamo capito che se dobbiamo arricchire un testo che stiamo realizzando con la video scrittura, o effettuare correzioni, possiamo semplicemente spostare il cursore nel punto in cui dobbiamo aggiungere o sostituire le parole o frasi. Noi a scuola lavoriamo sul computer della classe e da quando abbiamo imparato ad usarlo, studiare è stato molto più facile ed efficace. Ad esempio, dalla terza elementare, abbiamo imparato ad usare il power point per preparare una lezione specifica del programma di storia, che poi esponiamo alla classe. Nel tempo abbiamo capito come modificare i diversi caratteri con cui scriviamo, ad arricchire gli sfondi, ad inserire immagini e animazioni! Questo modo di lavorare ha aumentato la nostra passione per lo studio e la curiosità verso l’argomento che preferiamo approfondire, ma che fa parte del nostro programma. Purtroppo esistono alcuni svantaggi nell’ uso di questi mezzi. Tra i più gravi c’è il fatto che può scatenare una forte dipendenza nei ragazzi della nostra età. Stare troppo tempo davanti agli schermi può far male agli occhi e alla mente, i dati possono essere facilmente perduti o rubati da persone sconosciute e quindi dobbiamo essere pronti a difenderci. A volte usare videogiochi o apparecchi elettronici può isolarci, pur avendo intorno molte persone. Spesso abbiamo troppa libertà di navigazione nei social network ma su internet ci sono persone con cattive intenzioni, truffatori di account, hacker e pedofili. Quindi bisogna usare dei limiti per viaggiare nel web e c’è bisogno che i nostri genitori ci controllino.
Ci si può proteggere dai rischi bloccando alcuni siti che non si conoscono, utilizzando il parental control, bisogna fare attenzione prima di postare qualcosa sui social perché altrimenti i truffatori d’identità saranno sulle nostre tracce. Non bisogna mettere dati personali che raccontano molto di noi altrimenti potremo essere vittime di bullismo online. Quando acquisti un telefono o un computer devi ricordare ai tuoi genitori di metterti delle protezioni sui i siti non adatti ai ragazzi.

Ricordate amici che ci seguite: possiamo navigare in fretta ma siamo sempre di corsa e ci perdiamo le cose belle della vita; non comunichiamo più tra di noi anche se possiamo parlare con tutto il mondo. Il computer ci mostra molte cose ma rimaniamo sempre chiusi in casa, però imparando già da piccoli ad usare mezzi tecnologici, ci può aiutare per un lavoro di domani. Stando troppo con gli apparecchi elettronici ci isola, ci si immerge in una realtà virtuale dimenticandosi quella reale. La tecnologia è importante per lo sviluppo della società umana ma bisogna moderare l’uso per non causare dipendenze e essere educati per controllare la sicurezza nostra e degli altri. Tecnologia sì ma con moderazione educazione: noi in classe facciamo così!

3 Comments

  • Sandro Boccadoro

    ………..————————……………………………………..Cari ragazzi,vi scrivo dopo aver letto con qualche giorno di ritardo il vostro ultimo articolo. Come sempre molto interessante. Avete opportunamente evidenziato che la tecnologia è importante per lo sviluppo della società,ma che il suo uso comporta anche svantaggi.
    Nel mondo della sanità,quello in cui ho lavorato,le innovazioni tecnologiche hanno consentito di curare e diagnosticare le malattie come soltanto pochi decenni fa non era possibile.
    Con il microscopio elettronico si possono vedere i microorganismi patogeni grandi come una moneta. E questo aiuta a curare le malattie infettive. Le apparecchiature moderne della radiologia consentono di vedere le strutture interne del corpo (organi,arterie,nervi) come se fossero immagini fotografiche. Nelle sale operatorie oggi i chirurghi usano i robot per gli interventi più difficili. I medici ospedalieri hanno a disposizione i computer,come voi nella vostra classe.
    Non posso dilungarmi oltre e vi saluto.

  • Sandro Boccadoro

    ———————————————————————————Tra le varie tecnologie che si possono applicare nel settore sanitario ho dimenticato di citarne una molto diffusa e importante: l’ecografia. Tra le sue molteplici applicazioni ve ne cito una che ha risvolti apprezzabili e benefici anche sul piano psicologico. Pensate alla gioia di una mamma che aspetta un bambino e oggi può vedere il suo corpicino e il cuore che batte, prima che nasca !!! A presto risentirci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *